Psicologia dello Sport

Descrizione

Il gruppo di lavoro intende operare per mezzo di attività di ricerca e progettazione  nell’ambito dei processi cognitivi, emotivi e comportamentali relativi a tutti coloro che praticano sport e/o attività fisica a livello amatoriale e professionale (studenti e loro genitori; atleti; squadre; federazioni).

 

Obiettivi generali e specifici

Gli obiettivi del del GdL:

  • redigere proposte e progetti utili al coinvolgimento delle psicologhe e degli psicologi in ambito sportivo;
  • creare un network deputato alla valorizzazione della psicologia in ambito sportivo;
  • divulgare le peculitarità e la professionalità del lavoro degli psicologi in ambito sportivo, anche al fine di scoraggiare l’utilizzo improprio di strumenti e metodologie tipici della professione, rischiosi se adottati da non psicologi.

Tipologie di funzioni e attività professionali caratteristiche, su indicazione del CNOP

a) Assessment delle caratteristiche psicofisiche, motivazionali e di personalità degli sportivi e monitoraggio delle loro prestazioni.

b) Analisi e valutazione delle interazioni e delle dinamiche socio – affettive nei gruppi e nelle squadre sportive.

c) Selezione o costruzione, adattamento e standardizzazione, somministrazione e interpretazione di strumenti di indagine psicologica funzionali alla sintesi psicodiagnostica (test, inventari e questionari su abilità cognitive, interessi, motivazioni, personalità, atteggiamenti, interazioni di gruppo e sociali, sindromi patologiche, idoneità psicologica a specifici compiti e condizioni, ecc.).

d) Training individuale per l’incremento di abilità cognitive (attenzione, concentrazione, ecc.) coinvolte nelle prestazioni.

e) Consulenza individuale e di gruppo nell’allenamento e preparazione alla gara per migliorare l’apprendimento delle tecniche relative alle singole discipline sportive e affrontare le loro specifiche domande psicologiche.

f) Counselling per lo sviluppo di strategie atte a superare le difficoltà nella competizione e migliorare le performances mediante la definizione degli obiettivi, la visualizzazione dell’esecuzione motoria corretta dell’attività da eseguire o di parte di essa (imagery), le tecniche di rilassamento, l’autoanalisi delle prestazioni.

g) Counselling agli atleti per acquisire strategie mentali adatte a superare battute d’arresto psicofisiche, motivazionali ed emotive, gestire situazioni di stress, ottimizzare il recupero post-infortunio, migliorare la percezione di auto – efficacia.

h) Assistenza agli istruttori e allenatori per potenziare la coesione di squadra, le funzioni di leadership e le comunicazioni infragruppo e per facilitare l’esperienza di formazione sportiva per giovani atleti in centri residenziali e convitti. 5

i) Consulenza psicosociale e organizzativa per il management delle attività nell’ambito di società sportive, di centri specialistici delle federazioni sportive, di grandi impianti sportivi.

l) Promozione delle attività sportive per varie categorie di persone (bambini, adolescenti, giovani, adulti, anziani) che possono trarre dall’esercizio fisico miglioramenti delle loro condizioni di salute fisica e mentale.

m) Formazione psicologica di base e sensibilizzazione verso lo sport di insegnanti, educatori, operatori dei servizi, ecc..

n) Progettazione, realizzazione e valutazione di programmi di esercizio fisico e di educazione sportiva per migliorare lo stato di benessere di specifiche categorie di persone (bambini, adolescenti, giovani, adulti, anziani) e in vari contesti educativi, scolastici, organizzazioni di lavoro e sociali.

o) Progettazione e realizzazione di ricerche valutative e di indagini sui fattori psicofisici, motivazionali, relazionali che influenzano la prestazione, la persistenza dell’impegno nelle attività, lo sviluppo delle abilità psicomotorie.

p) Attività di sperimentazione e didattica nell’ambito delle specifiche competenze caratterizzanti il settore e ai sensi della L.56/1989.

 

Consulenti

I lavori sono attualmente coadiuvati dai seguenti consulenti:
Renato Capurro – medico dello sport; consigliere AMS – Coni FMSI; responsabile scientifico TecnoBody
Antonio Laganà – arbitro mondiale; dirigente sportivo; CONI Calabria rappresentante di federazione; governatore Panathlon area Basilicata, Calabria e Puglia
Renato Raffa – consigliere regionale A.S.C. Calabria; responsabile formazione A.S.C. Reggio Calabria
Paolo Surace – specialista in diritto delle Associazioni Sportive Dilettantistiche; presidente FIP (Federazione Italiana Pallacanestro) Calabria

 

N.B. Possono far parte del suddetto GdL tutti i soci, iscritti all’Albo A, che hanno maturato esperienze di studio e/o lavorative nell’ambito della psicologia dello sport.